Borghi in Digitale

AUTORE
anonimo, ignoto
Ignoto, Ecce Homo, Chiesa Madre.   «Ecce Homo» (Giovanni, 19, 4-6). Così disse Ponzio Pilato, governatore romano della Giudea, agli ebrei radunati fuori del pretorio dopo che Gesù fu flagellato e schernito dai soldati. «Ecco, io ve lo conduco fuori, perché sappiate che non trovo in lui nessuna colpa». Allora Gesù uscì recando la corona di spine e il mantello di porpora. E Pilato disse loro: «Ecco l’uomo». Al vederlo i sommi sacerdoti e le guardie gridarono: «Crocifiggilo, crocifiggilo!». Il tema è molto raramente trattato nell’arte religiosa prima del Rinascimento, quando si diffuse in tutte le scuole pittoriche europee. Esistono due diverse trattazioni del soggetto: come immagine devozionale e come scena narrativa. Nel caso dell’Ecce Homo in terracotta policroma di Oriolo si tratta di un’immagine devozionale. Il Cristo è rappresentato a mezza figura, con gli emblemi regali dei quali i soldati, per scherno, lo hanno adornato: la corona di spine e il manto di porpora. I polsi sono incrociati sul petto, legati con una fune. L’espressione del viso di Gesù è carica di tormento e dolore.
📍 Borgo di Riferimento
🔎 Collocazione nel Borgo
Chiesa Madre
🗄 Classificazione
📅 Anno di Realizzazione
🎨 Corrente Artistica
🖌 Tecniche e Materiali
🏛 Questa è l'opera principale del borgo
User Research

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Service Design

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

UX Design

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

ESPERIENZE ED INFORMAZIONI SU

Informazioni Istituzionali

Altre Opere Censite

Tour Virtuali Online