Borghi in Digitale

AUTORE
Casa Gaia Da Camino. Gaia era una nobildonna molto conosciuta nel Nord Italia – tanto da essere citata da Dante nel Canto XVI del Purgatorio – che con il marito Tolberto Da Camino, già podestà di Treviso, verso il 1293 si stabilì a Portobuffolè. Divenuti signori del borgo nel 1307, i due vissero nella casa-torre con facciata ingentilita da bifore trilobate che oggi ospita il Museo. Secondo gli studiosi proprio qui, a Casa Gaia Da Camino, sono presenti le modalità con cui si attuò il passaggio dallo stile gotico a quello rinascimentale nel territorio dell’Alto Livenza. La parte più importante di Casa Gaia è l’affresco, databile al XIV-XV secolo, che raffigura la vita cortigiana, con le visite del contado, i guerrieri con le loro armature, le personificazioni delle Scienze, che simboleggiano il cenacolo culturale che non poteva mancare presso una famiglia gentilizia come questa, e i paesaggi, suggestivi nell’imprecisione prospettica dello stile gotico. La voce popolare riconosce nelle due figure monocrome che incorniciano la finestra del corridoio al primo piano i ritratti di Tolberto e Gaia Da Camino, quasi volessero essere ancora presenti per accogliere gli ospiti.
📍 Borgo di Riferimento
🔎 Collocazione nel Borgo
Casa Gaia da Camino
🗄 Classificazione
📅 Anno di Realizzazione
XIV-XV secolo
🎨 Corrente Artistica
🖌 Tecniche e Materiali
🏛 Questa è l'opera principale del borgo
User Research

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Service Design

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

UX Design

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

ESPERIENZE ED INFORMAZIONI SU

Informazioni Istituzionali

Altre Opere Censite

Tour Virtuali Online