Borghi in Digitale

Estasi di San Francesco

Il Convento di San Francesco, più volte danneggiato dai sismi, della precedente costruzione si conservano diverse parti: l’ingresso con un affresco che rappresenta la Vergine del Monte Carmelo e gli affreschi del Cinquecento e Seicento nei locali di nord-ovest. Appartengono all’edificio semidistrutto anche il coro ligneo, un riquadro in cui è dipinta la Madonna e […]

Sant’Anna con Maria Bambina

La statua di Sant’Anna, conservata nella omonima cappella che si apre sulla parete della navata sinistra della Chiesa di San Nicola Vescovo, è una scultura in legno di salice e pioppo commessi e dipinti ascrivibile alla seconda metà del XVIII secolo. La committenza è attribuita a Michele Pellecchia, ricco proprietario terriero del luogo, ma non […]

Cratere di Assteas

Assteas, Cratere, IV secolo a.C., Museo Archeologico Nazionale del Sannio Caudino.   Il Cratere di Assteas, considerato uno dei vasi-crateri grecizzanti più belli del mondo antico, venne realizzato nel IV secolo a.C. da Assteas, rinomato ceramografo greco antico attivo a Paestum, uno dei pochi ceramografi delle colonie greche il cui nome è giunto fino a […]

Pala del Perdono

La Pala del Perdono conosciuta anche come “Il Perdono di Carlo Gesualdo”, è un’opera eseguita con olio su tela dal pittore fiorentino Giovanni Balducci (1560-1631), realizzata nel 1609 su incarico di Carlo Gesualdo, principe di Venosa, musicista e noto compositore di madrigali. Il dipinto è conservato sopra l’altare maggiore della chiesa di Santa Maria delle […]

Madonna con Bambino in trono con ai lati Sant’Elia profeta e San Bartolomeo

Nella parte più meridionale del borgo di Furore sorge la chiesa di Sant’Elia profeta, costruita negli anni intorno al 1300, poi rimodernata nel 1474 e in epoca barocca. L’interno dell’edificio è costituito da una singolare successione di spazi in asse tra loro: la sacrestia, una navata trasversale intermedia, tripartita, la navata unica della chiesa, a […]

Antonio Vecchione da Nola

Antonio Vecchione da Nola, Assunzione della Vergine, 1762, Cattedrale La magniloquente tela dell’Assunzione della Vergine del pittore Antonio Vecchione da Nola ricopre per intero la navata centrale della Cattedrale frigentina. Come si deduce dai documenti, la decorazione del soffitto fu eseguita nel 1762. Gli episodi che narrano l’evento sono ambientati entro ardite scenografie prospettiche che […]

Madonna in trono con Bambino e Santi

La basilica di Santa Maria de Gulia, situata nel borgo di Castellabate, fu consacrata nel 1138 dal beato Simeone quinto abate di Cava. L’originaria struttura romanica ha subito nel corso dei secoli varie trasformazioni di stili e di volumetrie. Dell’epoca romanica conserva le monofore, il soffitto a cassettoni, mentre risale all’epoca barocca la facciata principale, […]

Ecce Homo

Ignoto, Ecce Homo, Chiesa Madre.   «Ecce Homo» (Giovanni, 19, 4-6). Così disse Ponzio Pilato, governatore romano della Giudea, agli ebrei radunati fuori del pretorio dopo che Gesù fu flagellato e schernito dai soldati. «Ecco, io ve lo conduco fuori, perché sappiate che non trovo in lui nessuna colpa». Allora Gesù uscì recando la corona […]